Cerca nel blog

Post in evidenza

mercoledì 2 febbraio 2011

De universitàde milanense

Qualche giorno fa ho dovuto spiegare a Coso*, che studia a Londra, come sono le università di Milano.
Partendo dal fatto che sulla mia pelle ne ho vissute due, la Statale e la Bicocca, (cosa che mi ha fruttato un'alzata di sopracciglio da parte sua :"Ah, la Bicocca..." e io "Eh..."), ho pensato che potrebbe essere utile spargere un paio di consigli a chi si deve ancora iscrivere, sai mai che una piccola Acida maturanda passasse di qua. Non commento la qualità dell'insegnamento, non conoscendole tutte personalmente. Concentriamoci solo sui dettagli importanti.

La Statale (scrivo come si pronunciano, non il nome ufficiale)
Un must. Ricorderò per sempre la biblioteca sconfinata, i cineforum in giardino, i cannaioli nell'altro giardino, tutte le manifestazioni possibili, le occupazioni.... sembra il '68 da come lo descrivo, ma del '68 sono rimasti solo alcuni professori laureati nel '68. La sede centrale, è in CENTRO. Ricordatevi cosa si può fare in una pausa pranzo con una carta di credito.
Vantaggi: Alla mensa si mangia con 3€uro. Non si scherza niente. E' in centro.
Svantaggi: lo stesso motivo di prima, chiedetelo al vostro conto in banca;  tutti gli svantaggi della disorganizzazione burocratica di un Istituto Statale.

La Bicocca
Ahahahahah. Un tentativo fallito di una amministrazione comunale che non ricordo di decentrare un polo D'Istruzione (forse scritto attaccato rende meglio) in una ex zona industriale, con il grande sogno di creare un mega campus dove offrire appartamenti convenzionati agli studenti. Poi si sono dimenticati di fare la metro e la vita serale. Risultato: nessuno studente sano di Milano città sceglierebbe la Bicocca se non sotto tortura; non c'è nessun campus, solo grandi palazzoni cubici con migliaia di appartamenti venduti a chissàchi.
Vantaggi: c'è il teatro Arcimboldi e il bar da Lino: dei caffè che neanche t' immagini con i waffeln allo sciroppo d'acero.
Svantaggi: non si possono ingoiare 500 calorie per ora di lezione al giorno; non è Milano, è un'altra città, questo dovrebbero scriverlo sugli opuscoli informativi.

La Cattolica
Si paga un botto, ma non tanto da svenare la vostra famiglia. Ha delle ottime facoltà, e come tutte le università private, alcune perle di professori.
Vantaggi: Aldo Grasso. devo dire altro?
Svantaggi: l'ho già detto che è è cattolica? Questo significa che ci sono degli esami di Teologia ogni anno da superare, per altro sono forse i più facili e solo i Ciellini rifiutano i voti sotto il 28. Significa che invece di andare a fumare le canne nei giardini sarete inviati a degli incontri di preghiera e che farete un grande scandalo se resterete incinte al secondo anno. E niente sesso alle gite sulla neve!

Lo IULM
Si paga un botto botto per sedersi vicino a una velina a lezione. Super sede moderna, modernizzata, robotica situata leggermente a inculandia di Milano.
Non posso parlare del livello di insegnamento perchè non l'ho provato, ma non conosco nessuno che uscito da una triennale allo Iulm è stato in grado di superare il biennio magistrale in nessun altra università. Però c'hanno i Contatti-con-le-Aziende. Relationship matters, keep in mind.

La Bocconi
Si paga un botto botto botto per entrare con le aziende migliori del mondo del finance, grande distribuzione, ma anche moda e lusso; aziende un po' snob che vogliono solo bocconiani e che vi assumeranno per uno stage a volte anche ben pagato, vi faranno lavorare 150 ore al giorno per due anni (i week-end cosa?) e 160 per i successivi 10. Vi sveglierete una mattina come Nicholas Cage in the Family Man e vi chiederete: Chi sono? Come dove? Quanto sto andanto? A 40 anni avrete perso tutti i capelli se siete uomini o avrete le ragnatele nella patata se siete donne, ma guadagnerete un botto di soldi e sarete il super manager dell'azienda di stocazzo; se avrete le palle, potrete aprire una azienda vostra di qualsiasi cosa, dalla fusione nucleare alla pasta lavamani.
Vantaggi:
- se sopravvivi sei pronto a tutto
- c'è sempre un bocconiano in azienda con cui fare comunella
- guadagnerete un botto l'ho già detto?
- potrete guardare tutti gli altri laureati&non dall'alto in basso, siete dei bocconiani


Svantaggi:
- non in tutti i casi c'è Thea Leoni ad aspettarvi con quella bella bambina che vi guarderà dicendo:"Tu non sei il mio papà"
- i vostri amici dimenticheranno la vostra faccia
- i capelli per me sono una parte importante del sex appeal di una persona. Raramente il rasato-a-zero sta bene
- beh, la patata è la patata
- ah, e gli altri laureati&non di cui sopra vi odieranno, tutti odiano i bocconiani tranne loro stessi

Credo di avere finito, a meno di citare le università finte, come quelle che hanno permesso ad Anna Falchi di laurearsi. Eppure mi sembra che manchi qualcosa...ah sì! Il Politecnico! Ma lì si studiano cose serie, non ne so nulla. In più produce ingenieri, la bestia nera della mia vita professionale. Una categoria che negli anni 2000 si è infiltrata in tutte le funzioni aziendali, dalle Risorse Umane al Marketing, dimostrando che l'Università (le altre però!) serve a sapere di cosa si parla.
Prima o poi mi lancio in una filippica con tutti i crismi sul perchè e il percome dovrebbero essere limitati come i cinghiali nei boschi, perchè se diventano troppi fanno danni.
Ma questo è un altro post...


*Per scoprire chi è Coso vedere qui.

3 commenti:

  1. Amo.

    E cmq tra i vantaggi dello Iulm devi mettere che è vicino alla palestra Motus.

    RispondiElimina
  2. Vorrei aggiungere che la statale adesso ha un polo a Sesto Marelli, appena prima del limite urbano, e si trova in una zona abbastanza isolata. Ho accompagnato li una mia amica e mi sembrava più un ospedale. Poi mi chiedo: lo costruisci nuovo, dal nulla, fai delle aule belle spaziose, conoscendo i problemi delle ecchie università. No ancora più piccole..
    Noi della sede in San Babila invece non abbiamo mensa, ma solo un bar che ti fa pagare quasi 4 euro un panino striminzito, freddo, con una fetta di prosciutto: ho detto tutto.

    RispondiElimina
  3. sono una piccola acida maturanda che ha già preso la sua decisione per il futuro... ma questo articolo è davvero molto carino e divertente :)

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...