venerdì 19 agosto 2011

Il mondo gira al contrario

Da corriere.it di ieri (e dal TG di Rai1, per dire quanto siano impegnati nella ricerca di notizie)

La capotreno punita per aver detto «guasto»
Lettera di Trenitalia: sull'Alta velocità usare altri termini

Rendiamoci conto, questi mentono deliberatamente.
E' vietato dire "guasto" sui treni di Trenitalia, soprattutto sui Frecciarossa, bisogna dire "controllo". A me sembra che ci sia una bella differenza linguistica.

C'è perfino un manuale, un manuale scritto, per insegnare ai dipendenti quali termini usare, per il quale è stato scomodato il Dipartimento di studi filologici, linguistici e letterari della Sapienza di Roma. Che immagino non avesse molto da fare e soprattutto qualsiasi finanziamento va bene, perciò ecco un documento redatto su papiro egiziano scritto con pennino e inchiostro.

E chi dice la verità viene multato.

Io sono basita. Sono solo io a pensare che sia assurdo?

A dire la verità, noi pendolari ci eravamo già accorti di qualcosa, visto che di fronte a ritardi epocali e cancellazioni, le cause annunciate all'altoparlante più usate sono:
- ritardo nella preparazione del treno (= il macchinista è andato a farsi un caffè)
- mancanza di materiale rotabile (= si è rotto il treno e non ne hanno un altro)

Mi sembra di capire che Trenitalia sia autorizzata a mentire spudoratamente, cambiando la realtà a suo piacimento.
Buono a sapersi.

Allora anche io, quando non avrò il biglietto, potrò fare un "controllo" per verificare se è nel mio portafoglio, e, se non c'è, dirò che il mio biglietto è "diversamente allocato", cioé ancora presso chi lo vende. E a chi lo nega, multa.

6 commenti:

  1. Cose dell'altro mondo...troppe parole e niente fatti!!!

    RispondiElimina
  2. Anch'io faccio la pendolare e anch'io traduco nello stesso modo le loro frasi "forbite"... quella del "diversamente allocato" me la segno, se capita la uso e poi voglio vedere!

    RispondiElimina
  3. è logico no? mica te la puoi prendere con il responsabile del guasto, o che ne so, con l' inserviente che non ha pulito i bagni, no: te la prendi con chi avvisa i clienti PAGANTI (eccome!)dell' esistenza del disservizio chiamandolo col proprio nome!

    RispondiElimina
  4. ieri il "mio" treno si è dimenticato di fermarsi alla stazione. Ops, non si è "dimenticato", qualcuno troverà il termine giusto per metterla nel didietro a chi è rimasto in attesa sul binario come un allocco.

    RispondiElimina
  5. *bestiame sulla linea.
    *lancio di oggetti contro il treno.
    *manifestanti sulla linea.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...