Cerca nel blog

Post in evidenza

giovedì 30 agosto 2012

I tre porcellini - The Oggi Mordo version

Avvertenza: questa non è una favola per bambini; contiene insulti sparsi e comportamenti da adulti idioti, che potrebbero danneggiare le giovani menti. Don't try this at home. Non fatelo a casa. Non candeggiare. Non mettere il gatto nel microonde*.

C'erano qualche giorno fa i tre porcellini. Visto che la favola è ambientata nel 2012, gli daremo tre nomi adeguati al tempo: Mimì, Cocò e Cacam'u'cazzu. Invece di darsi all'edilizia, che in questo periodo non è un settore sano, decidono di darsi a un'altra attività: aprirsi delle porte nella vita.
Nello specifico le serrature delle macchine altrui.


I nostri tre eroi della Merdel hanno già dato prova di essere assenti il giorno in cui @Lddio ha distribuito i cervelli, ma se aveste ancora dubbi, la scelta della vittima vi darà solo conferme. Dopo attente valutazioni e sopralluoghi nel parcheggio della stazione ferroviaria a soli 5 chilometri dal paese in cui risiedono, scelgono un' auto di 16 anni, mal conservata e che porta ancora i segni di altri loro amici: una rigata lunga tutta la fiancata e una serratura rotta in maldestro un tentativo di apertura abusivo (che fossero loro in allenamento 3 anni fa?), entrambe mai riparate. Non può essere venduta, nemmeno a pezzi, perché non ci sarebbe nessun ricevente. Non può essere mandata all'estero, è talmente vecchia e cilindrata pesante che dovrebbero prima rapinare una banca per fare il pieno. Ma l'auto non sarebbe d'aiuto in una rapina, perché ha solo 3 porte, di cui 2 funzionanti.  Insomma, in un parco auto come il parcheggio di una stazione ferroviaria, c'erano delle potenziali vittime migliori. Ma scemo&scemotto&scemissimo non sono capaci di aprire auto migliori, quindi si lanciano nell'impresa intorno alle 19, orario in cui tutti i pendolari tornano dal lavoro.

Devono averlo scritto in faccia che sono stupidi, perché appena ci provano qualcuno li sgama e avverte il Lupo Cattivo (i Carabinieri) che per un (mio) colpo di culo, sono a pochi minuti di distanza, arrivano e li colgono in flagranza di reato. Mimì e Coco, che almeno le elementari le hanno fatte, si danno alla macchia. Cacam'u'cazzu, che indossa nei pinocchietti di jeans aderenti, agile come un alce sotto effetto di mdma, si arrende alla evidente superiorità del Lupo Cattivo.
Tanto che quando arriva Oggi Mordo lo trova comodamente appoggiato all'auto del Lupo Cattivo che conversa allegramente con i Supereroi vestiti di blu. Non è ammanettato nè trattenuto in nessun modo. Forse indossa delle mutande di feltro che fanno attrito con i pantaloni e non ca la fa proprio a correre.

Mentre Oggi Mordo si assicura che Vettüra sia intatta (apparentemente lo è) e conferma di averla lasciata chiusa circa dodici ore prima (dodici.fottute.ore.prima. devo rivedere qualcosa nella mia vita) e che sì questo e questo e quel danno erano precedenti, Cacam'u'cazzu viene caricato sulla Bat-vettura e portato nella Bat-caverna dei Carabinieri. Oggi Mordo si accoda e segue, cercando di telefonare al Cavliere Impavido. Poi rinsavisce e si ricorda che sta seguendo i Carabinieri, forse non è il caso di usare il telefonino mentre è alla guida.

Da lì in poi perde di vista il Cretino, e quando si ricorda di fargli una foto è troppo tardi.
Seguono pratiche burocratiche, intervallate dalle urla del Bat-Comandante che striglia il Cretino. Adesso penso che il 70% del lavoro delle forze dell'ordine sia burocrazia e noia, ma c'è un 30% di tirare fuori le palle e fare vedere chi è dalla parte del giusto. Il Bat-comandante grida che fa paura anche a me. Comunque penso che questo sia il massimo che possano fare al Cretino. Invece la compagnia dell'anello-che-blocca-l'uso-del-cervello era talmente nota ai Supereroi, che sono andati a prendere gli altri due a casa. I Carabinieri erano troppo felici di averli beccati con le mani nel sacco, perché nelle segnalazioni precedenti (sottolineo il plurale), senza prove non avevano potuto accusarli di niente. Ho lasciato il comando dei Carabinieri un'ora dopo con una denuncia lunga due pagine scritta in carabinierese. Pur avendola firmata e confemando tutto il contenuto, voglio precisare che non sono in NESSUN MODO responsabile del reato perpetrato nei confronti della lingua italiana in questa denuncia. Confermo che conosco e pratico la consecutio temporum, l'uso corretto dei pronomi relativi e del periodo ipotetico. Lo giuro sul mio onore e davanti a questa corte, Signori della giuria.

Il giorno dopo vettura si è ritrovata su tutte le edizioni online dei giornali locali e su una edizione cartacea, e perfino al tg della televisione locale. Sono orgogliosa di lei. Dai media ho scoperto la fine della storia: due porcellini maggiorenni sono stati processati per direttissima e condannati a credo venti minuti di carcere (oltre alla notte già passata). Il terzo baby-idiota ha fatto una mini-vacanza in un carcere minorile. Io avrei preferito che fossero esposti nella piazza del loro paese, a disposizione dei passanti che potessero schiaffeggiarli e imprimersi le loro facce nella mente, e al dileggio dei propri compari, per la loro evidente incapacità. Ho suggerito (giuroh!) al Comandante che venissero presi a calci e chiesto di passare un mio messaggio personale (versione 2012):



Gli articoli contenevano nome, cognome e residenza dei porcellini maggiorenni. Hanno pure dei profili Facebook. Io dico, se fai il ladro e sei coglione, non ti fare un profilo Facebook. Ma poi penso che anche la maggior parte dei politici italiani ce l'ha, quindi...

Un paio di giorni dopo Oggi Mordo torna in stazione dopo una giornata di lavoro. Scende dal treno, attraversa il sottopassaggio, si avvia al parcheggio. Arrivata a un centinaio di metri, alza lo sguardo verso la posizione dove sa di avere parcheggiato la mattina. FERMI TUTTI. Vettüra non c'è. Ok, mi avvicino un po', magari è nascosta da un'altra macchina. NO.
PANICO.
PAURA.
Batticuore! Non è possibile! I porcellini sono tornati e ce l'hanno fatta, in barba a me e a questo post che era già scritto nella mia testa. MA PORCA PUTTEHI! Improvvisamente il mio criceto del cervello smette di centrifugare e si ricorda che Vettüra è al Centro Benessere delle Vettüre a verificare che sia effettivamente a posto, oggi sono venuta con la macchina di Sorella. Fiuuuuuuuu. Le mie cellule grigie superstiti tirano un sospiro di sollievo.

Come mi sento ora? Per il 95% del tempo sollevata che non ce l'abbiano fatta e che la macchina non abbia subito danni, grata a chi ha fatto la telefonata e ai Carabinieri, 2% divertita dall'idiozia dei tre coglioni e 1%, la sera quando arrivo in stazione, terrorizzata dall'idea di non trovare la mia fedele compagna di 11 anni. Che mi ha accompagnato in tante avventure, abbiamo perfino attraversato il Monte Bianco insieme da sole!, che vedo quasi tutti i giorni, che mi ascolta quando canto Pensiero Stupendo e Set Fire to The Rain  a squarciagola in loop, che quando sfrecciamo per il Paesello, tutti sanno che sono io e mi salutano di default (infatti quando la gente ha collegato la stazione e il modello della macchina, ha capito subito che ero io). Che è durata più di certe "migliori amiche", che ha visto tutti i miei luoghi di lavoro, che mi fa sentire Alonso al Rally della Brianza. Che un giorno vicino dovrò lasciare, ma non ero veramente pronta, piccola sciocca sentimentale che non sono altro. Vettüra ti voglio bene!




p.s.: Se ve lo siete chiesti durante tutta la lettura, e se vi conosco un po' e siete come me sì, si tratta di 3 italiani, un minorenne e due maggiorenni, che abitavano nei paesi limitrofi. Il Cretino che ho visto non sembrava particolarmente nè di buona nè di cattiva famiglia, ma era vestito da tamarro, cheèppeggio. Si era pure gellato i capelli, per l'occasione. Gli ho sentito pronunciare anche un paio di "Fì, ma io... ecco... fì, fì!" quindi parlava come Paperino. Di sicuro non ne aveva prese abbastanza dai propri genitori al momento opportuno. Di più non so e non voglio sapere.


* tutte queste avvertenze sono state realmente scritte su delle vere istruzioni.

6 commenti:

  1. Mi complimento con sti tipi sono proprio svegli!! Gli faccio un bel applauso!!!

    RispondiElimina
  2. Cacam'u'cazzu è il mio idolo, solo per i pinocchietti.

    RispondiElimina
  3. A me hanno così intenerito che quasi quasi la macchina gliel'avrei regalata!

    RispondiElimina
  4. I rincretiniti girano pure qui. Ops, non mi sono presentata.
    Ciaaao, sono Cassie, vivo a Roma. Vivo in una zona dove mi sembra si aggirino i cloni di questi tre porcellini... Anche se a volte combinano cose ben più gravi.
    Sono contenta che Vettura sia ancora di tua proprietà.
    =)

    RispondiElimina
  5. Io alla seconda volta che la mia Fiesta Titentatrevoltetanto veniva graffiata e forzata a Milano, l'ho mandata in confino obbligatorio sull'Adriatico. Spesso mi manca.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...