Cerca nel blog

Post in evidenza

mercoledì 12 settembre 2012

Una storia decadente

Io, alle fisciòn italiane, di solito le schifo.

Sento che la mia professoressa di italiano del liceo ha avuto le convulsioni, dopo questa frase. Ma scritta così rende meglio. Non le schifo di principio perché sono italiane. Per par condicio, posso dire che schifo quasi tutta la valanga di prodotti tedeschi che ha invaso le nostre reti. Per chi non lo sapesse, c'è un'accordo a livello europeo per distribuire materiale culturale tra i paesi. Con quantità e ore di visione ben definiti. Comunque, in barba al trattato di Eurovision, io le schifo.
Le fisciòn tedesche sembrano sempre girate in Germania dell'Est, il protagonista principale è il grigio.
Le fisciòn italiane invece hanno due grossi difetti. Il primo è che gli sceneggiatori scrivono storie di una banalità imbarazzante, ed è un difetto non da poco. Il secondo è che non sono doppiate. Siamo stati viziati da una tradizione di doppiaggio eccellente che ci ha abituato ad alti standard, che distolgono l'attenzione dalle espressioni facciali mummificate. Avete mai provato a vedere un film con Nicole Kidman in lingua originale? Beh, non fatelo. Vi renderete conto che gli Oscar sono attribuiti a cazzo. Quindi le fisciòn italiane mi creano un certo disagio. Non importa se trattano di ammmòre, odio, vendetta o fantascienza. Quali sono le serie di fantascienza? Quelle con Gabriel Garko e Manuela Arcuri. E' pura fantascienza come, in un periodo di crisi e con tutti gli attori italiani che ci sono in giro, nel palinsesto di Canale5 c'è spazio per almeno 3 serie all'anno per questi due.

Come ho detto sopra, di solito. Poi succede che un caldo sabato di giugno, mentre svengo sul divano dopo aver recitato la mia versione preferita della Casalinga Disperata che ramazza il pavimento, la tv si sintonizza su un canale del digitale terrestre Mediaset su cui è in onda una replica di Squadra Antimafia 3. All'inizio sono solo incuriosita dal cambiamento sconvolgente di Simona Cavallari. Lei è la prova che c'è speranza per le donne. Che è possibile migliorare dai 20 ai 40 e diventare una figah spaziale. Per chi non sa come fosse a 20, dico solo  "I ragazzi del muretto". Il resto fatelo fare a Google.

Sono lì che guardo la trasformazione, capisco che la serie parla di mafia, che è ambientata a Palermo pe'davero, nel senso che la maggior parte delle comparse parla con un accento talmente forte che non capisco intere frasi. Scopro che Giulia Michelini, da sorella rompicazzi di Claudia Pandolfi in Distretto di Polizia ennesimo, è diventata un'ottima mafiosa cattiva come la cicuta e una brava attrice.

Pausa doverosa: giuroh! che non ho guardato Distretto di Polizia. Solo la puntata in cui ritrovano il cadavere di Giorgio Pasotti e ho pianto talmente tanto da rifiutarmi di vedere il resto.

Insomma, sono lì tra il distratto e l'assopito, e poi compare il segno-divino-che-dà-un-senso-a-tutto.
Lui.

Amico, anche io sono attenta a TE!




Da quel momento in poi, e in tutte le scene in cui compare, non importa se i dialoghi non sono interessanti. Io non sento niente. Il vuoto nel cervello. Solo un ormone impazzito che Salta!Salta!Salta!.
Non so nemmeno come si chiama il suo personaggio. Forse, forse Domenico qualcosa. Forse. Il suo nome vero è Marco Bocci. Non perdete tempo a googolare, guardatevi 5 minuti di Squadra Antimafia. Il suo personaggio è sempre incazzato, preoccupato o disperato. Cosa che ti fa venire voglia di prenderlo a schiaffoni per farlo rinsavire e poi chiuderti nel bagno del distretto con lui e non uscire finché non sono stati provati tutti gli articoli del codice penale nella corrispondente posizione del Kamasutra. Ovviamente è prepotentemente in forma. E casualmente vestito solo di leggere maglie di jersey che sottolineano tutto, sicuramente la stylist era una nostra amica. Roba da mettersi a trafficare in rifiuti tossici solo per farsi catturare in un capannone abbandonato e costringerlo a un corpo a corpo prima dell'arresto.

Non c'è bisogno che me lo diciate, mi sento già una vecchia cougar (anche se credo siamo più o meno coetanei, vi prego confermatemi che è nato prima del 198enne) dall'ormone ginnico. Anche un po' squallida.

Ma voglio condividerlo con le amiche di #fighedomani perché lunedì è iniziata la nuova serie su Canale5 in prima serata. Vi dico solo che tra Una mamma per amica e Squadra antimafia 4 ho corso sul tapis roulant per 8 chilometri (se mi conosceste, sapreste che per me è un record). La motivazione è tutto. Oppure ha ragione chi dice che si fa sport per compensare qualcos'altro...


22 commenti:

  1. Potrebbe diventare un'ottima motivazione per salire sul tapis roulant anche per me!!

    RispondiElimina
  2. ma quanto ti capisco,da quando ho scoperto palermo Antimafia non ho più una vita sociale.

    con affetto.

    ZiaElena.

    RispondiElimina
  3. pa: ma a che ora fanno una mamma per amica scusa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La5, alle 20.25 dal lunedì al venerdì.
      Ti dico solo che per guardarla sto rinunciando a Un Posto al Sole.
      Negli anni 2000 era impossibile vedere tutte le puntate che davano solo d'estate programmate a cazzo.

      Elimina
    2. Anche iola stessa identica cosa!
      E mi sento anche un po' in colpa nei confronti di UPAS, chissà quali imperdibile gag con renato poggi e raffaele mi sto perdendo (sì lo so, la mia è una vita triste).

      Elimina
    3. io me l'ero scaricato. e vistp tutto di seguito.
      quindi, se volete, vi aggiorno su UPAS.

      Elimina
  4. Cmq Marco Bocci è il commissario Scialoja di Romanzo Criminale – La Serie, che devi assolutamente vedere perché è davvero bella (e dove la figaggine di Bocci è offuscata da quella di Vinicio Marchioni, alias il Freddo…e t’ho detto tutto!!!)

    Jo

    RispondiElimina
  5. davvero un ottimo incentivo!! grazie per la segnalazione...
    un caro saluto
    Alessia
    http://ifvbijoux.blogspot.it/

    RispondiElimina
  6. Ti adoro e concordo con te sull'assurda presenza di Manuela Arcuri nel 90% delle fictions italiane....è davvero un cane e a mio avviso non è neanke sta gran bellezza...
    Ma una cosa lasciamela dire: Gabriel Garko è davvero bellissimo.
    Attenzione ho scritto bellissimo,non figo ,non bravo attore ...solo bellissimo.
    Qualche anno fa l'ho visto di persona e posso garantire che esteticamente è il prototipo della perfezione....Ho provato a trovargli un difetto,ma ve lo "cciuro" non ne ha neanke uno!!!!
    Fisico perfetto,lineamenti perfetti,ecco il suo difetto è troppo perfetto!Sembra disegnato!
    Bisognerebbe kiedere alla zitella in ke categoria collocarlo....(ma lei lo "schifa"peggio di te secondo me)la categoria dei belli da esposizione...quelli che li guardi con la bocca aperta ma non ti fanno impazzire gli ormoni....
    Beh vabbè.....ke faticaccia essere belli...
    Guarda cosa gli tocca sentirsi dire ;)

    Sabry

    RispondiElimina
  7. E' meno che 198enne... è ppure più vecchio di mio marito, per dire! 1978. Ed è un mio conterraneo... peccato che prima di vederlo in tv mai manco per sbaglio!!!!!
    @sabry: Marco è molto più figo di Garko e sa pure fare l'attore, per cui...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. 1978, fiùùùùù.
      Com'è possibile che manco a scuola, alle medie? Manco alla festa del paese, alla sagra del cinghiale? Quanti sarete a Marsciano, mille?

      Elimina
    2. Si ma infatti concordo pienamente sul fatto che questo Marco sia più figo e sappia anche recitare...il mio era un altro discorso,ossia che vedendo Garko da vicino non si possa negare che sia oggettivamente bello,ben proporzionato sia di lineamenti che fisicamente.Poi che possa anche non piacere ci sta ....ma di certo se cammina per strada non passa inosservato ...nel senso ke ti giri a guardarlo meglio ;)

      S@bry

      Elimina
  8. AH! Quindi c'è un motivo per tutti quei film stile Rosamunda Pilcher ambientati in Germania e in Irlanda.

    RispondiElimina
  9. squadra antimafia è infatti l'unica serie italiana che gli USA vorrebbero comprare,
    concordo su tutto tranne su Simona Cavallari che non ha fatto i Ragazzi del Muretto (c'era un'attrice riccia come lei un po' curvy che si chiama Cecilia Dazzi che un po' le somiglia)
    mi piace il tuo blog, complimenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mea culpa. Ero molto cciòvane all'epoca dei muretti. Una googolata veloce rivela che Simona Cavallari era gnocca anche vent'anni fa, ma che continua a migliorare.
      Io la confondevo con Samuela Sardo. Anche la Dazzi migliora. Praticamente chiunque è passato dagli anni '90 adesso è meglio. Pure noi.

      Elimina
  10. Questa serie l'ho sempre seguita e devo dire che la prima puntata di questa nuova serie mi è piaciuta tantissimo. Che dire di Marco?Meraviglioso!!!

    RispondiElimina
  11. marco... bellissimo, Mi spiace Sabry, ma con Garko proprio non ci siamo.. non so, mi pare troppo costruito, per dire!

    Concordo col fatto che tutti quelli che son passati per gli anni '90 sian migliorati, ma questo si può dire solo per le donne, nel mio caso, tutti i miei vecchi compagni delle medie son diventati inguardabili... ed io gongolo! =)

    RispondiElimina
  12. Quanto ha fatto piangere la morte di Giorgio Pasotti? Quasi quanto quella di Marc Greene in ER. Drammi che ancora mi stracciano le vesti.

    RispondiElimina
  13. Io, comunque, una menzione d'onore la dedicherei tutta ai titoli ridicoli delle fiction italiane, SOPRATTUTTO quelle con la premiata ditta Arcuri-Garko, ma non scherzano neanche quelli della Ferilli. Apprezzo, però, la coerenza: a ridicolo titolo, inguardabile fiction. E in più i promo mi strappano sempre una fragorosa risata, cosa che per me, imbronciata per scelta di vita 24/7, non è da poco!
    Squadra Antimafia non la seguo, ma tanta stima per Gilmore Girls: io vado in palestra alle 7 per rientrare in tempo e rivederlo. Di nuovo.

    V.

    V.

    RispondiElimina
  14. http://www.gossipblog.it/post/57437/marco-bocci-e-single-ma-pronto-ad-innamorarsi-e-a-diventare-papa

    QUALCUNO PUò FARGLI AVERE I MIEI CONTATTI???

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...