Cerca nel blog

Post in evidenza

lunedì 3 gennaio 2011

Il tempo delle stronze è arrivato

Data originaria: 21 maggio 2007

Essere una stronza, come si è visto, richiede tempo.
Infatti è un sacco che non scrivo...

Ok, essere una stronza richiede anche impegno, e prometto che aggiornerò il blog più frequentemente. Prometto a me stessa, e a chi sennò?

Il nome di questo blog non è nato a caso, ma risale a un paio di anni fa, quando, grazie al messenger, ho potuto constatare una grande verità: il mondo è pieno di stronze represse.

(Alcuni uomini lo sanno da anni, ovviamente, ma per le donne la presa di coscienza è più lunga) Acide solo in parte, che si devono trattenere, come me, nella vita quotidiana, per quieto vivere, o per sopravvivere.
Acide di notte, o solo con chi ci sta intorno perché ci vuole bene, perché altrimenti saremmo insopportabili…queste persone non si meritano questo trattamento. E allora ho avuto l’illuminazione: cambiare? MAI. Restare acide? SEMPRE. Ma con le persone giuste. Lavorando nel marketing si impara presto che il target a cui ci si rivolge è tutto. Bene, ho deciso, sarò acida con le persone che se lo meritano, e che diffonderò il Verbo, perché tutte quelle che si trovano nella mia stessa situazione, trovino il supporto e il coraggio necessario per diventare delle Stronze Migliori.
Per questo motivo terrò delle lezioni in questo blog e vorrei che chiunque si sentisse chiamato in causa, intervenisse per portare la sua esperienza. Attenzione: non si tratta dell’ A.A. Anonima Acide, in cui tutti si alzano in piedi e ammettono i loro peccati, ma piuttosto della Stronza Pride, in cui tutte si alzano e fanno outing.
“Sì, sono una stronza e ne sono felice”. Clap. Clap. Clap. Brava, non ti devi sentire in colpa, perché i sensi di colpa non appartengono alla stronza doc.
Non nasceranno dei dibattiti o dei disegni di legge su di noi, non ci interessa che si parli di noi, l’unico motivo per cui lo facciamo è per noi stesse. Per liberarci dell’oppressione e di quella rabbia inespressa che coviamo dentro di noi e, che prima o poi, ci farà venire un' ulcera. E allora, scopriamo insieme il potere liberatorio di un calcio nel culo (dato)!

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...