Cerca nel blog

Post in evidenza

martedì 10 maggio 2011

Casalinguing

Come ho avuto modo di accennare in precedenza, sto per cambiare lavoro. Il passaggio mi ha regalato due giorni di disoccupazione, che mi sto godendo alla grande, facendo quelle cose che lasci sempre indietro, che chissàcome il sabato non riesci a fare:
- pulire la camera da cima a fondo, trovando tanti rotoloni di polvere da poterci fare un maglione
- cucire, modificare camicette e abiti estivi che hai lasciato in sospeso solo dall'anno scorso
- andare dalla sarta. Io ne ho due: una fatina che ci mette mesi a farmi un orlo, ma l'abito sembra nuovo, e mi adora perché le chiedo sempre le cose più impossibili, e dei cingalesi che ti rendono la merce dopo 48 ore. Non sono super precisi, ma se ho pagato un vestito di H&M 14 euri non posso spenderne più di 5 per un orlo. Detto che, essendo io nana, devo accorciare qualsiasi cosa.
- andare a trovare la nonna
- andare a trovare un'amica che ha spagnottato
- chiamare un paio di servizi di assistenza clienti e fancularli
- fare una ceretta di famiglia
- partecipare a una lezione di pilates mattutina, devo dire che senza il peso della cena sopra, è un'altra cosa
- dormire fino a tardi dimenticando la sveglia puntata alle solite 6.30
- cucinare con il Bimby un favoloso risotto, dopo che l'amico Tobaia mi ha fatto notare che non potevo vantarmi di fare la casalinga senza cucinare
- aggiornamento delle 16: fare merenda con pane e Nutella. Invidiatemi

Insomma, tutto tranne quello che dovevo fare.
Dedicherò le ore restanti a decidere cosa mettere domani.

Nessun commento:

Posta un commento

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...