Cerca nel blog

Post in evidenza

giovedì 19 luglio 2012

Sono sempre qui


In questo periodo sono stata un po' assente. Molto assente, direi.
Non è che non abbia cose da scrivere, è che sono successe delle cose che mi hanno fatto allontanare.
Non è stato un allontanamento consapevole, ma quando anche solo il pensiero del blog ti fa venire mal di pancia, capite bene che stare un po' lontano viene spontaneo.

Poi però, per fortuna (mia, vostra non so...) la voglia di scrivere prende il sopravvento.


La prima cosa che è successa è un episodio di commenti spiacevoli su un post. Non mi interessa scrivere i dettagli, anzi preferirei che voi evitaste di leggere. Voglio solo chiudere questa storia.
Vi dico solo che ogni volta che vedevo arrivare un commento al post nella casella di posta, l'intestino si rimescolava, ancora prima di averlo letto.
Alla fine ho bloccato i commenti al post, ne andava della mia salute fisica.

Per me ha significato la fine di qualcosa. Ho sempre pensato a un blog come a uno spazio libero, sia per me che per chi mi commenta. E' vero che è più facile che a commentare sia qualcuno che la pensa come me, piuttosto che il contrario, quindi capita raramente di avere degli scontri. A me non era mai capitato, anche perché parlando fondamentalmente di cazzate, non è che si aprano dei dibattiti di astrofisica...

Impedire di commentare, e impedirMI di commentare significa per me in qualche modo censurare, e ammettere di non riuscire a gestire una conversazione. È vero che quando la conversazione raggiunge toni impossibili, non è più una conversazione. 

Spero di avere imparato qualcosa per la prossima volta. Devo ancora capire cosa. Forse che anche c'è gente che non ha voglia di discutere, ma solo di provocare e insultare, e che ha parecchio tempo a disposizione. Io riesco a malapena a leggere i blog che seguo, raramente commento, figuriamoci andare a fare scouting di blog che non mi piacciono per riempirli di insulti.
Ma questa è la mia di vita, non quella degli altri.

Sapete chi mi ha davvero aiutato, oltre alle amiche&amichi del blog? LaZitella, che devo ringraziare pubblicamente per avermi offerto un punto di vista esterno alla questione, cosa che mi ha permesso di tenere i piedi per terra e ridimensionare il problema e, perché no, mostrarmi anche un lato divertente.
Grazie, Zit!

Punto e a capo.

Camila do Rosario, more here
L'altra cosa che è successa è che ho cambiato lavoro. Sì, di nuovo. Sì,dopo solo un anno nella vecchia azienda. Sono pazza? Il Cavaliere Impavido sta pagando un mutuo che gli succhia l'anima, il suo lavoro traballa, la casa sta per liposucchiarsi i miei risparmi di una vita e io, in mezzo a una crisi mondiale, mi prendo il rischio lasciare un posto fisso per un altro posto fisso (rischio sì, ma calcolato) con 6 mesi di periodo di prova.
Stavo male nella vecchia azienda? Non così tanto (perlomeno non come altre volte).
Quindi perché l'ho fatto? In parte per soldi, anche se non posso certo dire che il mio stipendio abbia fatto una capriola a 360, ma soprattutto per crescere. E forse un po' per incoscienza.

Ho avuto una opportunità, ci ho pensato sopra il dovuto tempo (1,2...) e l'ho accettata. Sono passata da una grande multinazionale straniera a una azienda italiana di tutto rispetto.
Perché ho trent'anni, lavoro da otto ed è ora che esca dai binari pre-impostati e imposti. Perché seguire una strada già disegnata è facile, ma frustrante. E perché i dannati franciuesi sono maniaci del controllo e non ti permettono di modificare nemmeno le virgole, nemmeno se stai correggendo l'italiano. Ma si può?
Perché spero di avere un po’ più di libertà e di assumermene la responsabilità.

E quindi, eccomi qui, da due settimane nella nuova azienda, con qualche problema relazionale a inserimi tra le nuove colleghe, prima volta che mi capita nella vita, e un po' di down per la mancanza di comunicazione con il mondo esterno.

Ecco, solo questo mi ha tenuto lontana dal blog. Ma ora sono tornata.

p.s.: mia madre e mia sorella stanno ancora piangendo per il fatto che ho lasciato la cosmetica e non mi parlano più, ma questo è un risvolto solo positivo.

25 commenti:

  1. 1) lo so che non ti consola, ma i commenti stronzi arrivano solo nei blog molto apprezzati, facci caso
    2) massima stima per il cambio di lavoro, ci vuole fegato (che io non ho, ad esempio, e sto nella mia aziendina da 17 anni)
    ciao!

    RispondiElimina
  2. amore mio, io sto da sette anni nella stessa aziendona del cazzo, sto programmando un grande salto come te, mi cago addosso, ma ci sto pensando..
    quanto al resto, fregatene, continua a scrivere il porco che vuoi, questa è casa tua e nessuno può mettere baby in un angolo.

    RispondiElimina
  3. Con "nessuno può mettere baby in un angolo" hai vinto l'oscar del mio cuore (stronzo, ma non poi tanto).

    RispondiElimina
  4. Concordo con Lasolitastronza, entrambi i punti.
    Tra te e la Zit un miliardo di commenti anonimi e vigliacchi, sono assolutamente dalla vostra parte.
    Si' ma mo' scrivi, eh.

    RispondiElimina
  5. Grazie cuore. Hai descritto perfettamente come mi sento io ora, con la tachicardia ogni volta che apro un commento o una notifica della fan page.
    Il fatto che sia sintomo di celebrità non è una consolazione perché credo che sia io che te non è questo che andiamo realmente cercando quando scriviamo i nostri blog.

    E mi unisco alle lacrime di tua madre e tua sorella per la fine della tua esperienza là. Non per questo smetterò di chiederti A CHE CAZZO SERVE LA BB CREAM.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo che no Zit, ma vi dice quanto cia' da fa' la gente che vi insulta.

      Elimina
  6. Bentornata e in bocca al lupo per il nuovo lavoro! Il tuo coraggio sarà premiato, vedrai... alla faccia ti chi ti vuole male! Un bacione ;)

    RispondiElimina
  7. Bentornata! I tuoi post mi sono mancati, non lasciarti scoraggiare da persone volgari e poco intelligenti!

    Chiara

    RispondiElimina
  8. Bentornata! E in bocca al lupo per il nuovo lavoro. :D

    RispondiElimina
  9. Che dire lavoro con i francesi da quasi due anni ed hai ragione non ti fanno cambiare nulla, hanno sempre ragione loro, fanno delle traduzioni che nemmeno un bambino che non sa parlare...

    Devo andarmene da qui, lo dico tutte le mattine quando entro in ufficio... troverò il coraggio un giorno di questi!

    In bocca al lupo per il nuovo lavoro. :-)

    RispondiElimina
  10. Bentornata! Anche io ho cambiato lavoro da poco...ora sono libera professionista, la mia vita consiste nello scrivere articoli in pigiama sul mio divano. In "mezzo a una crisi mondiale" ho semplicemente detto "grazie, ma no, grazie" al famoso posto fisso.

    E allora sí che sono arrivati i commenti negativi sul blog. Una lettrice anonima (oh, ma com'é che quelli piú cattivi sono sempre anonimi??) mi ha addirittura detto che "lo stile di vita che vuoi fare non esiste", allora io e gli altri migliaia di freelance siamo dei fantasmi, ho capito.

    Per i commenti negativi ti posso dire solo: ignorali. Vuol dire che questa persona ti ha messa al centro della propria attenzione, il che vuol dire che tu meriti. Per il nuovo lavoro invece ti dico in bocca al lupo!

    RispondiElimina
  11. Nuooo e ora... ti possiamo chiedere consigli su cosa????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Consigli a muzzo sul Beauty li elargisco volentieri sempre! Ne sapevo abbastanza anche prima di lavorarci, e continuerò perché quella è una passione mia. BB cream a parte.

      Elimina
  12. ...i commenti stronzi fanno parte dei giochi... quando mettiamo alla merce altrui le nostre vite o i nostri punti di vista è inevitabile che ciò accada... quel malessere lo capisco e lo conosco (a me sono arrivati mail di fuoco per aver parlato di blog pro anoressia...ergendomi estremamente contro!)ma non mi lascio abbattere... non credo che tu lo farai, visto che hai le contro palle per lasciare il certo per l'ignoto!

    RispondiElimina
  13. Mi mancavano i tuoi post.
    In bocca al lupo per il nuovo lavoro! Posso chiederti il settore?

    RispondiElimina
  14. Innanzi tutto ben tornata...ci sei mancata!
    Non so se per te fará alcuna differenza, ma questo blog - come quello della Zitella - mi fa sorridere, mi fa sentire tra amiche, mi fa pensare alle cose su cui scherzo quando sono in Italia (vivo all'estero, cambi lingua e cambi anche tipo di ironia...). In bocca al lupo x il lavoro, cambiare fa bene!

    MP

    RispondiElimina
  15. mi unisco al coro...fregatene dei commenti cattivi, tanto e' sempre solo e comunque tutta invidia! E poi il blog e' il tuo, questo spazio lo gestisci te e non e' una democrazia: TU sei la padrona assoluta qui e TU ci hai ragione. punto. e se agli altri non sta bene, piccini, cazzi loro.
    che poi chi insulta nei blog mi ricorda sempre i compagni di classe brufolosi e con l'apparecchio che fregavano le smemorande (o il diario di mordillo nel mio patetico caso) e ci facevano disegnini sconci. ALLE MEDIE.
    E per il nuovo lavoro un enorme in bocca al lupo!!!! hai fatto benissimo a prendere al volo l'occasione e sono sicura che sara' un successo! ma soprattutto la domanda fondamentale e': che ti sei messa per il primo giorno?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Total look Zara e ballerine: soft e dimesso, ma (spero) non banale.
      Il primo giorno è fondamentale non inimicarsi le colleghe, ma mettere in chiaro chi sei.

      Un pantalone simile, ma in indaco:
      http://www.zara.com/webapp/wcs/stores/servlet/product/it/it/zara-S2012-s/244887/762011/PANTALONI%2BPENCE

      e similquesta, ma in blu
      http://www.zara.com/webapp/wcs/stores/servlet/product/it/it/zara-S2012-s/244888/713536/TOP%2BPAILLETTE%2BAPPLICATE

      Elimina
  16. Gente pazza con in mano un computer per insultare a cazzo di cane non scrive commenti. Ma capisco la sensazione, la capisco perfettamente: sai di essere nel giusto eppure ci stai male perché non ti aspetti tale violenza (ingiustificata, peraltro). Tu continua a mordere, ché è meglio di un discorso pacato contro un muro di gomma masticata ;)
    In bocca al lupo per il nuovo lavoro! (:

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  18. Si fottano. Tu scrivi alla grande. Chi commenta negativamente non sa nemmeno capire bene a cosa servono le virgole (che siano francieusi?). Vai e uccidi, Killer.

    RispondiElimina
  19. sei il mio mito!!!baci e in bocca al luo per tutto!

    RispondiElimina
  20. Come ho scritto sul blog della Zitella, sono solidale alla causa. Molto solidale.

    RispondiElimina
  21. Sorella ti stimo. Fottitene di tutti.

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...