Cerca nel blog

Post in evidenza

sabato 21 maggio 2011

Vita da commessa - giorno 1

Conversazioni reali che avvengono nel cervello di una commessa al primo giorno di lavoro. Solo nel cervello però, eh.

ore 9.30
lalallalalallallà cammino per il negozio. Non c'è nessuno. Chissà perché gli altri stanno fermi...lalallallà cos'è questo dolore al ginocchio? Ma che non posso nemmeno mettere le ballerine? Sarà il menisco? Credo che mi stia cedendo tutto...Oddio una cliente! Oddio viene verso di me! Panicopanicopanico! Guardala negli occhi e sorridi mentre localizzi il collega più vicino a te per reindirizzarla. Fiùùùù, non cercava me! Pericolo cessato. Cammina nel fondo del negozio. Sorridi e saluta. Ma guarda che bella questa crem... nonsonounaclientenonsonounacliente. Cosa? Devo mettere il rossetto? Per forza? E allora che sia il più rosso di tutti! Provo questo alla Jessica Rabbit. Ma perchè nessuno mi trucca? E se fossi una incapace? Mica nasciamo tutte imparate...Radar cliente attivo...avrò il rossetto sui denti? Oddio mi si stanno seccando le labbra...Buongiorno, prego, mi dica? Che cazzo vuole??? Una matita per le labbra che ha la forma di un eyeliner? Ma esiste? Amica collegaaaaaaa aiuto! Sbolognata. Bene. Sono ancora viva. Ma quella non è Guendalina Canessa? Non ci credo sto sorridendo alla figlia di Daniele Interrante. Ammazza che nonna però. Quando hai una mamma con la sua personalità per forza sei un calamaro morto. Sì prego? No signora l'olio di argan puro si trova in erboristeria...per quello non lo trova mai in profumeria...sì, ho capito che è difficile trovarlo, magari se lo cerca nel posto giusto...e comunque ormai lei è talmente vecchia che nemmeno se riempe la vasca e ci dorme dentro può farle qualcosa. Sete. Sete. Sete.

ore 13.30
di già? maddai...pausa pranzo! certo che girare per il centro vestita così...ah ma guarda, le altre si cambiano tutte..quindi le commesse non nascono vestite di nero...e ora fuori di corsa a fare shopping!

ore 14.30
nonsonounaclientenonsonounacliente...io qui ci lavoro! Gesù fa' che non entri nessuno che mi conosce... Sì tesoro, hai ragione, questi due fard sono identici ma uno cosa la metà. Come faccio a convincerti a comprare quello più caro? Non lo faccio e vaffanculo il fatturato. Vai che ce la fai, dopo 2 ore e 4000 spruzzate di profumo forse lo scegli...a questo punto potresti anche comprare una Eau de Tombino e non te ne accorgeresti...gesù che mal di spalle...almeno la temperatura bassa non mi farà colare il trucco...oddio ce l'ho ancora l'ombretto? a me piacerebbe quel colore lì... nonsonounaclientenonsonounacliente...sì prego? certo che so tutto su queste costosissime creme viso...so tutto sulle creme antietà...ma non vedi che ho la metà dei tuoi anni? Ma tu guarda quanti turisti al cazzeggio...e lui? Ammazza che figo! Ti prego non chiedermi di aiutarti sennò ti limono. Sì prego? Sì, ho capito che vuoi un profumo, giovanotto, ma puoi essere più specifico? PERCHE' IO DI PROFUMI DA UOMO NON SO UN CAZZO. In effetti anche del 90% della roba che vendo, cioè tutto quello che non ho provato. Su amore, te ne ho fatti sentire quindici, ho perso il senso dell'olfatto...questo è perfetto, anche se sarebbe da donna...sì capo, cerco di sorridere di più, ti giuro che mi sto sforzando, normalmente non sorrido nemmeno sulle foto delle ferie...tieni le spalle dritte...ma come le mie colleghe non parlano inglese? In un negozio in centro? Ma chi vi ha assunto? Ah lo stesso che ha assunto me. Gosh, almeno questo lo so fare. COME CAZZO SI DICE ANTI-CELLULITE IN INGLESE??? No, non mi muovo più, se cammino ancora una volta mi si staccheranno le caviglie.

ore 18.30
ecco perché gli altri non si muovono per il negozio. PERCHE' SE FAI I CHILOMETRI TI VENGONO LE VESCICHE AI PIEDI. Cazzo, come faccio a camminare fino al treno? magari se chiudo gli occhi e li riapro scopro che è stato solo un sogno...un piede poi l'altro un piede poi l'altro...acquaaaaaaaa!

Credo che domani il mio badge diventerà così:


6 commenti:

  1. oddio ti amo

    ma ti prego, devo venire quando ci sei tu, ho giusto il buono sconto del 10% da usare e voglio essere servita e riverita da te

    RispondiElimina
  2. "Ammazza che figo! Ti prego non chiedermi di aiutarti sennò ti limono"

    sai che quello ero propio io!?

    RispondiElimina
  3. ...ma? che tipo di posto è che fa mettere i tacchi alle commesse? Non è contro i diritti umani?

    RispondiElimina
  4. Che ridere! Oddio, i tacchi alle commesse nooooooooo, povere!

    RispondiElimina
  5. I tacchi sono solo per le povere che promuovono qualcosa, tipo le maniache del profumo che probabilmente moriranno giovani per avere aspirato troppo gelsomino. Ma che è 'sta mania del profumo al gelsomino (Jasmin, come dicono i dannati franciuesi)???

    RispondiElimina
  6. Sei una geniaccia! Domani il mio primo giorno di lavoro da commessa.. E' vero, nessuno nasce già imparato. Bassetti, rimpiango di non aver sorbito mia madre quando mi parlava delle lenzuola nuove o di quella linea di piumoni che andavano benissimo con l'arredamento. Nonsonounaclientenonsonounacliente. No.. Non credo che gli accappatoi in tinta con gli asciugamani riusciranno ad ammaliarmi. Se mi avessero presa a lavorare per Zara si che sarebbe stato un problema.. Ma l'avrei sopportato più che felicemente!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...